Trattamenti di PMA Fecondazione Omologa (in vitro)

Dalla nascita della prima bambina in provetta utilizzando la tecnica della fecondazione in vitro (1978), sono  stati fatti passi da gigante, il progresso nella procreazione assistita é stato sorprendente.

La fecondazione omologa in vitro é un trattamento di procreazione assistita nel quale gli ovuli ottenuti dalla stimolazione ovarica vengono prelevati  e fecondati con il campione di sperma del partner (o della banca del seme) in laboratorio (“in vitro”).Gli embrioni formati vengono trasferiti in utero, affinché continuino il loro sviluppo.

Quando si consiglia:

  • Ripetuti tentativi falliti di IUI
  • fattore machile  moderato o severo
  • Tentativi falliti di inseminazione aritficiale
  • Endiometriosi moderata o severa
  • Occlusione delle tube
  • Diagnosi preimpianto
  • Preservazione della fertilitá

Si necessita una buona riserva ovarica ed una etá adeguata, con una cavita uterina normal. Indicazioni per la Omologa

  •  Fattore machile  moderato o severo
  • Tentativi falliti di IUI
  • Endiometriosi moderata o severa
  • Occlusione delle tube
  • Diagnosi preimpianto
  • Preservazione della fertilitá

Durante il trattamento vengono effettuati dei monitoraggi ecografici, per valutare le dimensioni dei follicoli. Dopo 9-12 giorni di stimolazione, quado i follicoli raggiungono una dimensione adeguata, con un  diametro tale da essere potenzialmente maturi, il liquido nel loro interno viene aspirato , recuperando  gli ovociti, in esso contenuti.

Si induce all’ovulazione con l’aiuto di un farmaco di HCG .

Il prelievo ovocitario:

Si tratta di un intervento in sedazione leggera pero generale, ci saranno alcune accortezze da seguire che verranno indicate prima del pick up, la durata è circa di 20/30 minuti. Il processo é ecoguidato,   iI biologi analizzeranno il liquido follicolare per individuare e isolare gli ovociti. Nel caso di un trattamento di fertilizzazione in vitro con il campione di seme del partner , dovrá depositare il campione dopo il prelievo ovocitario.

Laboratorio della fecondazione in vitro

Gli ovociti vengono ordinati prima in laboratorio secondo il loro grado di maturazione, vengono poi messi in coltura.

I metodi usati per fecondare (inseminare) le gli ovociti sono i seguenti:

  • Fecondazione in vitro “Classica” FIVET: L’inseminazione degli ovociti avviene all’interno di una piccola quantità di terreno di coltura; ciascun Complesso Cumulo Ovocita prelevato viene messe a contatto con una determinata concentrazione di spermatozoi mobili e morfologicamente normali.
  • Fecondazione in vitro con micro iniezione di sperma o ICSI: ICSI consiste nell’inserire uno spermatozoo usando un micro ago nel citoplasma dell’ovocita.
  • Fecondazione in vitro con micro iniezione degli spermatozoi morfologicamente selezionati (IMSI): Al fine di selezionare gli spermatozoi che dovrebbero essere micro iniettati, utiliziamo una stazione avanzata di micromanipolazione che ci permette di visualizzare gli spermatozoi con un ingrandimento di 16000 volte (nella ICSI, é de 400 volte). Grazie a questa tecnologia, che moltiplica la visione del biologo si possono vedere le alterazioni morfologiche di spermatozoi e selezionare, al momento del trattamento.
  • Trasferimento degli embrioni: Ë un semplice procedura ambulatoriale che non richiede anestesia. É ecoguidata e si introducono gli embrioni con l’aiuto di un catetere attraverso il cervix e si depositano nella rima endometriale. Il numero di embrioni trasferiti verrá valutato con il medico, in base al caso concreto(considerando l’età della paziente, la qualità degli embrioni ed i tentativi precedenti se ce ne sono stati. Se si producono piu embrioni i rimanenti vengono crioconservati (con il metodo del dott. Kuwayama, Chryotech method*).

Dopo 14 giorni la paziente eseguira un dosaggio di BHCG in sangue.

Last Update: 31/10/2016
References:
Manual Práctico de Esterilidad y Reproducción Humana. Laboratorio de Reproducción Asistida (Tercera Edición). J. Remohí, A.Cobo, J.Romero, M.J. de los Santos, A. Pellicer McGraw-Hill Madrid 2008.
– Ruiz A, Remohi J, Minguez Y, Guanes P, Simon C., Pellicer.A. The role of in vitro fertilization and intracy- toplasmatic sperm injection in couples with unex- plained infertility after failed intrauterine insemination. Fertil Steril 1997; 68: 171-3.
– Berkovitz A, Eltes F, Paul M, Adrian E, Benjamin B. The chance of having a healthy normal child following intracytoplasmic morphologically-selected sperm injection (IMSI) treatment is higher compared to conventional IVF-ICSI treatment. Fertil Steril 2007; 88: S20.