Coppie siero discordanti

Le coppie in cui uno dei membri ha una malattia infettiva/contagiosa (epatite C o HIV virus) possono avvalersi di tecniche speciali di fecondazione assistita per impedire il loro contagio.

VVirus dell’immunedeficienza umana (HIV)

Le coppie di questo gruppo colpite da problemi di sterilità possono ancora utilizzare le tecniche di fecondazione assistita, ma questo è applicabile a tutte le coppie sierdiscordanti che vogliono evitare il rischio di contagio al membro HIV negative. La tendenza attuale è la seguente: se l’uomo è HIV positivo, laviamo lo sperma, lo congeliamo e alla conferma dell’assenza del virus dopo il lavaggio con la PCR, si procede ad una fecondazione in vitro con ICSI o IMSI; queste tecniche riducono i rischidi trasmissionedella malatti e aumentano le possibilità di successo.

Virus dell’epatite C (CHV)

Se l’uomo è CHV+ve, consigliamo lo stesso trattamento come HIV+ve. Cioè il lavaggio dello sperma, congelandolo, confermando l’assenza del virus dopo il lavaggio mediante PCR e utilizzando la fecondazione in vitro o da ICSI IMSI. Se la donna è fortemente influenzata da CHV+ve, si consiglia un trattamento antivirus prima della gravidanza.

Virus dell’epatite (BHV)

In caso di coppie sieri discordanti e vacinazioni dei membri non influenzati, anche durante la grvidanza.

Last Update: 12/09/2014
References:
– Matorras R, Hernández J (eds): Estudio y tratamiento de la pareja estéril: Recomendaciones de la Sociedad Española de Fertilidad, con la colaboración de la Asociación Española para el Estudio de la Biología de la Reproducción, de la Asociación Española de Andrología y de la Sociedad Española de Contracepción. Adalia, Madrid 2007.