Protocollo di monitoraggio ultrasuoni della gravidanza

Protocollo di monitoraggio ultrasuoni della gravidanza.

Prove eseguite presso la nostra Unità Diagnosi Prenatale
Fare clic sul test desiderato per ottenere ulteriori informazioni:

Biochimica – Screening Ecografico Aneuploidia (Test EBA)

Si tratta di un esame del sangue che si esegue tra la settimana 11 e 14 per determinare alcuni valori ormonali. Queste informazioni vengono immesse in un programma software che, a seconda dell’età della madre, il suo peso, il numero delle settimane in gravidanza, la nuca nucale e il CRL (lunghezza dell’embrione), ottiene un indice di rischio di sindrome di Down o mongolismo (trisomia 21) e la sindrome di Edward (trisomia 18). Le informazioni ottenute non può essere considerate mai come una diagnosi accurata.

La sensibilità di questo test è tra 85-90%. Se non si esegue il test EBA, possiamo chiedere per la proiezione Triple dalla 15 ° settimana fino alla 18 ° settimana.

Ultrasuoni settimane 11-14: nucale nuca

Durante questo periodo, si misura la nucale nuca, lo spazio tra la colonna vertebrale e la pelle del feto a livello della schiena. Valutiamo anche la presenza dell’osso nasale e l’anatomia fetale nel primo trimestre. Se vi è un aumento della nuca nucale, o l’osso nasale è assente o si verifica una modifica importante anatomico, si consiglia di eseguire una amniocentesi per analizzare la genetica fetale (Karyotope).

Amniocentesi

È praticata tra la settimana 15-18a e un ago sottile sotto controllo ecografico viene inserito nella tasca amniotico per estrarre tra 15 e 20 cc di liquido amniotico. L’amniocentesi è il test più affidabile che abbiamo a nostra disposizione (quasi il 100% di affidabilità) per diagnosticare alterazioni genetiche.

D’altra parte, ha un rischio di aborto di circa 0,5-1%. Dopo la prova, dobbiamo riposare per quasi 48 ore. I risultati finali (Karyotope fetale) vengono forniti al termine di 3 settimane, ma abbiamo (per un costo aggiuntivo di laboratorio) un sistema di screening rapido (QF-PCR), che si può chiedere il giorno dell’inserimento.

L’amniocentesi è raccomandata nei seguenti casi:

  • Età della madre superiore a 37 anni.
  • Bambino precedente mostra la sindrome di Down (mongolismo) o di altre alterazioni cromosomiche o malformazioni di filiazione ignota.
  • Lentezza mentale in famiglia o difetti fisici congeniti.
  • Uno dei membri della coppia (o entrambi) è un vettore di una alterazione cromosomica (per esempio, traslocazione cromosomica).
  • Recessivi, malattie Autosomiche o malattie legate al sesso, problemi metabolici, problemi congeniti o emoglobina in famiglia.
  • Alcune malattie croniche nella madre (diabete di tipo I).
  • Nel ciclo fecondazione in vitro a causa di un fattore maschile grave e/o alterazioni a livello della meiosi, FISH, frammentazione del DNA, ecc.
  • Pre-impianto diagnosi genetica (DGP) dell’embrione dopo un ciclo di fecondazione in vitro.
  • Rischio fondato o evidenza di infezione fetale.
  • Rischio fondato, dopo un’ecografia, che il feto è portatore di un cromosoma.
  • Screening triple con un indice di rischio superiore al normale.
  • Test EBA (o OSCAR), con un indice di rischio individuale superiore al normale.
  • Rischio fondato o evidenza di una malformazione fetale.

Ultrasuoni ad alta definizione (20 settimane o morfologiche)

Si tratta di una ecografia ad alta risoluzione che consente di rimuovere qualsiasi anomalia strutturale, ed i marcatori dei cromosomi del feto. Si valutano anche l’anomalia fetale, la posizione e le caratteristiche della placenta e del cordone ombelicale, e il volume di liquido amniotico. Questa ecografia viene eseguita nella nostra Unità di Diagnosi Prenatale da uno specialista (livello III di SESEGO).

Ultrasuoni ostetrico 4D (tridimensionale in tempo reale)

E’ assolutamente normale che i futuri genitori diventano impazienti di conoscere la fisionomia del loro bambino. Diversi studi sono stati effettuati per suggerire che la possibilità di farlo prima della nascita del bambino rafforza il legame emotivo.

È una delle funzioni principali del 4D ultrasuoni, ed è effettuata nello stesso modo come ultrasuoni tradizionali, ma è usato per ottenere immagini del feto in tre dimensioni (ecografia 3D) e in tempo reale (4D ultrasuoni).

Lo zoom-in vista dei movimenti del futuro bambino ci aiuta a osservare il suo comportamento in utero.

Eseguita tra la settimana 26 e 32 di gravidanza, l’ecografia 4D consente di ottenere immagini di alta qualità che appaiono molto vero, che poi consegnerà a voi in un DVD.

L’ecografia 4D, salvo diversamente specificato dal ginecologo non è utilizzata per la diagnosi o come supporto durante la gravidanza, e non sostituisce i normali test ad ultrasuoni.

A Procrear, ci assicuriamo che, per tutto il periodo, per ottenere il miglior 3D e 4D ad ultrasuoni immagini e video. Ci impegniamo, nel caso in cui la posizione del bambino non è il più appropriato, per ripetere la sessione di ecografia 4D in un altro giorno, senza alcun costo aggiuntivo.

Ultrasuoni Doppler a colori

La tecnica Doppler è stata in uso da tempo per analizzare il battito del cuore del feto. La sua applicazione è stata recentemente ampliata nel campo ostetrico per misurare il benessere del feto. Si può anche rilevare una riduzione del flusso sanguigno del feto o della placenta, associato a problemi fetali (aumento urine ritardato, ecc).

Echocardiogramma (studio del cuore fetale)

Alterazioni congenite del cuore costituiscono nelle malformazioni fetali più frequenti. La maggior parte di queste alterazioni appaiono in donne in gravidanza senza alcun fattore di rischio. A Procrear, la nostra diagnosi prenatale e neonatale reparti di cardiologia e pediatria usare tutta la loro esperienza per rilevare queste alterazioni.

Last Update: 09/09/2014
References:
– Asim Kurjak, ‪Frank A. Chervenak. Ecografía en Obstetricia y Ginecología. ‪
‪Ed. Médica Panamericana‬ (2009)
– Wax J, Minkoff H, Johnson A, et al. Consensus report on the detailed fetal anatomic ultrasound examination: indications, components, and qualifications. J Ultrasound Med 2014; 33:189.